Home / Tecnica / Kamillo build / Supporto posteriore per ruote di scorta

Supporto posteriore per ruote di scorta

Abbiamo deciso di montare le ruote di scorta posteriormente, questo in particolar modo per recuperare lo spazio necessario per alloggiare un serbatoio aggiuntivo.

Ho optato per la costruzione di un doppio talaio a X con dei rinforzi centrali su cui appoggiare le ruote. Queste verranno fissate con quattro perni filettati M16. Le misure saranno prese in base alle dimensioni delle gomme MICHELIN XZL 365/80 R20.

Sul montante centrale monto una piastra (spessore 8mm) su cui andrà avvitato il vericello necessario ad issare e calare le ruote.

Monto poi dei rinforzi centrali nelle X che aiuteranno a scaricare ulteriormente il peso delle ruote nei percorsi più difficili (ho pensato a questo telaio ricordando la devastante Tole Ondulee incontrata in Mongolia – mai visto niente di simile).

Il telaio è costruito con tubolari di sezione quadrata 40x40x3 e su questi monto i perni filettati M16 che sporgono di 140 mm.

Lo chef presenta il supporto per il profilato ad Omega dentro cui andrà infilata una delle L che ospiteranno le carrucole di scarico e carico delle ruote.

Eccomi alle prese con il montaggio dei perni montanti centrali che supporteranno le L. Questi saranno fissi e ospiteranno 10 viti M10 ciascuno per bloccare i profilati Omega.

E’ ora di montare il vericello (arganello manuale per alaggio imbarcazioni dalla portata di 750 Kg) e prendere le musure per la costruzione del supporto a bandiera su cui andrà alloggiato.

Ecco le omega di cui vi ho parlato poco fa. Qui sono state avvitate per procede al test di carico ruote prima di chiudere definitivamente il posteriore con la lamiera.

Eccomi quindi pronto ad effetturare un primo test di carico ruota.

Sono molto contento del rieultato finale. E’ interessante notare che riesco ad issare e  a calare la ruota senza l’aiuto di nessuno.

Proviamo poi anche l’altra ruota in modo da non evere pià dubbi e procedere quindi alla chiusuta finale della parte.

Ecco quindi il telaio posteriore quasi finito, manca solo qualche rinforzo e il montaggio di 4 golfari per lato che mi serviranno a bloccare ulteriormente le ruote utilizzando una cinghia di sicurezza a cricchetto.

Come ulteriore sicurezza ho deciso di montare degli anelli a cui vincolare delle conghie che mi serviranno per bloccare le ruote in modo da non correre il rischio di perdermele…

Ecco quindi il telaio posteriore praticamente finito, ora posso dedicarmi a montare i pannelli.

I pannelli vengono incollati con del Sikaflex 252, bastano poche ore e sarà impossibile rimuoverli.

Lascio l’apertura all’altezza dei perni ruota per terminare il lavoro del supporto (devo ancora saldare il tubo da 159 a cui poggeranno le ruote).

Ecco qui sopra il lavoro praticamente terminato.

Qui sopra il particolare del supporto che per ora sorregge solamente una bella spazzola 🙂

Dopo la verniciatura della cellula proseguiamo i lavori sul supporto montando il tubo centrale di appoggio.

Poi chiudiamo le feritoie con una piastra che andrà incollata e rivettata.

Ecco il risultato finale. Non mi sembra niente male!

Proseguo con l’installazione di una protezione in alluminio mandorlato che riparerà la carrozzeria dal contatto con le ruote di scorta.

Ho comprato un foglio da 2×1 mt e lo utilizzerò a pezzi per coprire tutta la superficie esposta al contatto con le ruote

Ecco le prime quattro piastre installate.

Installo poi una piastra centrale per proteggere la zona in cui viene alloggiata la crrucola e due laterali.

About smontic

Check Also

Comparativa tra batterie al Litio e batterie AGM per l’uso in camper

Parliamone seriamente! Batterie al litio o batterie AGM? Le tante informazioni fumose pubblicate un po’ ovunque e …