Home / Non categorizzato / Il Marocco: i luoghi da non perdere e perché

Il Marocco: i luoghi da non perdere e perché

Parlando di Nord Africa è impossibile non guardare al Marocco come una delle mete più gettonate. Oltre a viaggiatori come noi, ovvero che si spostano con il proprio veicolo, il paese attrae anche tanti amanti della cultura, molti viaggiatori zaino in spalla, chi cerca viaggi avventurosi, coppie in cerca di momenti romantici, famiglie, amanti della cucina tradizionale e tanto, tanto altro. Noi non possiamo nascondere il nostro amore per il Marocco, d’altronde ci non per nulla ci siamo stati molte volte prima del nostro ultimo passaggio con Valentino.

Vecchie città imperiali ricche di storia e tanto carattere

Il Marocco ha quattro città imperiali: Marrakesh, Fes, Meknes e Rabat. Rabat è tra l’altro l’attuale capitale. Sebbene sia una città moderna, ha diverse interessanti attrazioni storiche, come la Kasbah delle Oudaie, la vecchia medina e la Torre di Hassan. Anche il maestoso mausoleo reale merita una visita.

Conosciuta come la Città Rossa, Marrakesh è famosa per la sua antica medina, i numerosi souk, antichi palazzi come il Badi e il Palazzo Bahia. Impossibile non restare impressionati dalla suggestiva Moschea Koutoubia, oppure dall’energica piazza Djemaa el-Fna o dalle Tombe Saadiane. L’ex capitale Fes vanta anche lei un’architettura stupefacente, anche se è forse più conosciuta per le sue grandi concerie e per essere stata sede di una delle più antiche università del mondo. Meknes ha invece una delle porte monumentali più impressionanti di tutto il Marocco, Bab el-Mansour. Le carrozze trainate da cavalli sono un ottimo modo per esplorare questa affascinante e rilassata città imperiale.

Le splendide spiagge

Il Marocco ha spiagge sia lungo il Mar Mediterraneo che l’Oceano Atlantico. Ci sono molti luoghi dove rilassarsi, sopratutto se si ha la fortuna di avere un veicolo autonomo che consente dei perlustrare gli angoli più remoti.  Ci sono tuttavia anche tanti luoghi di villeggiatura che attraggono molti turisti, ma avendo la fortuna di visitarli un po’ fuori stagione ci si sentirà davvero in paradiso. Tra questi i più famosi sono sicuramente Tangeri e Agadir, mentre Asilah che noi abbiamo sempre utilizzato come base di appoggio appena sbarcati con il traghetto, attira principalmente gente del posto e visitatori spagnoli. Anche se abbastanza poco visitati dai turisti internazionali, luoghi come El Jadida, Oualidia e El Jebha hanno molto da regalare al viaggiatore, tant’è che sono luoghi principalmente visitati dai turisti domestici durante i mesi estivi. Le spiagge più famose hanno in genere ottime strutture facilmente raggiungibili, e alcune destinazioni, come ad Essaouria, sono perfette per gli amanti degli sport acquatici.

Le imponenti catene montuose

L’Altlante Marocchino si divide in tre grandi sezioni montuose, l’Alto Atlante, il Medio Atlante e l’Anti Atlante. Ognuna di queste sezioni di questa strepitosa catena montuosa offre una varietà di esperienze, panorami e possibilità escursionistiche adatte ad ogni tipo di esigenza. Jbel Toubkal è la montagna più alta del paese, situata sulle montagne dell’Alto Atlante. Lungo le piste e le belle strade asfaltate di questa imponente catena montuosa  è possibile ammirare boschi fittissimi tra i quali d’Inverno si apre la stagione sciistica, oppure è facile affacciarsi alla vista del Sahara. Ma il Marocco non è solo Atlante, a Nord c’è anche il Rif, dove si trova la famosa città blu di Chefchaouen. Anche questa bella catena montuosa è l’ideale per chi cerca l’avventura all’aria aperta. Trekking, mountain bike e passeggiate a cavallo sono tra le attrazioni più classiche tra le montagne, ma non bisogna mancare di visitare i villaggi berberi, di avvistare uccelli molto particolari e di vedere la fauna locale.

Facile accesso allo stupefacente deserto del Sahara

Il vasto e arido deserto del Sahara è il più grande deserto caldo del mondo. Ci sono diversi posti in Marocco da cui è possibile iniziare spedizioni nel deserto, e ci sono molte possibilità per chi è dotato di un veicolo 4×4. Il Marocco è tra i paesi più adatti a chi è alle prime esperienze di guida nel deserto, tuttavia non bisogna sottovalutare il territorio, dato che vi sono percorsi di diversa difficoltà. Sia che tu voglia camminare a piedi, cavalcare sul dorso di un cammello, esplorare a cavallo, o navigare attraverso le sabbie in fuoristrada, ci sono vari modi per goderti i vari paesaggi, e il Marocco ne ha di davvero differenti da offrire. I viaggi che prevedono soste notturne in campeggio sono quelli che vi consigliamo di più; ammirare l’abbondanza di stelle scintillanti nei bui cieli notturni, privi di qualsiasi inquinamento luminoso, sarà indimenticabile e vi consentirà di ascoltare il vero suono del nulla. A lungo vi ricorderete la vista delle dune e delle remote oasi che sarete riusciti a raggiungere.

Merzouga, l’Erg Chebbi, il Chegaga e Zagora sono alcuni dei posti migliori per avventurarsi nel Sahara marocchino. Ouarzazate, comunemente indicato come la porta per il deserto, è una destinazione favolosa per gli amanti della cultura e anche se non ve lo aspettereste, del cinema. La c ittà tra l’altro offre la possibilità di visitare una delle kasbah più impressionanti del paese che non a caso sono state il set di molti film.

 

Influenze culturali miste di arabi, berberi e altri

La popolazione del Marocco è composta sia da arabi che da berberi, diversi gruppi che hanno contribuito ad arricchire le tradizioni e le pratiche culturali che possono essere osservate oggi nel paese. Non è poi difficile individuare le influenze dell’Andalusia, che hanno origine nei tempi in cui i musulmani andalusi si trasferirono in Nord Africa. Ci sono anche eredità dell’era coloniale, con influenze francesi, portoghesi e spagnole viste in diverse parti del paese. Particolarmente interessante per una nazione prevalentemente islamica, ci sono state anche influenze ebraiche in Marocco. Infatti, troverai a Casablanca vi è l’unico museo ebraico dell’intero mondo arabo.

Architettura squisita in tutto il paese

La diversità culturale del Marocco si riflette inevitabilmente nelle varie bellezze architettoniche che si possono trovare in tutta la nazione. Dalle maestose moschee ai tradizionali riad e dai palazzi splendenti ai sublimi centri di studio religioso, il Marocco ha molti edifici favolosi da ammirare. Molti edifici presentano le tradizionali tegole, note come zellige, nonché intagli decorativi di legno e intonaco. Alcuni degli edifici più belli del Marocco includono la Moschea Hassan II a Casablanca, le Tombe Saadiane a Marrakesh, la Grande Moschea di Tangeri e la Moschea e l’Università di Al Quaraouiyine a Fes.

I vivaci souk

Ogni città del Marocco ha almeno un souk, mentre la maggior parte degli insediamenti più grandi ne ha più di uno. I souk sono mercati tradizionali dove la gente va a comprare ogni tipo di merce. In alcuni luoghi i souk possono essere allestiti in determinati giorni della settimana, mentre i mercati si tengono ogni giorno. I souk sono inevitabilmente una sorta di calamita per i viaggiatori amanti dello shopping, attratti dai colori e dai profumi evocativi e dal senso generale dell’esotico. La contrattazione è parte integrante dell’esperienza del souk. Oggetti comuni da esaminare e acquistare includono spezie, vestiti, lampade, set da tè, strumenti musicali e pipe shisha.

Cucina deliziosa per soddisfare i gusti più variegati

Il Marocco è noto per la sua cucina, dove le spezie si trovano in abbondanza e aggiungono un sacco di sapore ai piatti. Il pane è un alimento base e ce ne sono vari tipi, come khobz, msemen e baghrir.

La carne è un ingrediente comune nei piatti marocchini, con l’agnello, il montone, la carne di manzo e il pollo sono i più comuni. Frutti di mare e pesce sono particolarmente abbondanti nelle zone costiere, tra cui le immancabili sardine che sono particolarmente apprezzate in Marocco. I piatti marocchini più conosciuti includono il cous cous e il tagine. Pastilla, bissara, harira e spiedini sono altri piatti che vi consigliamo di provare. Il cibo di strada offre poi ampia possibilità di scelta, è impossibile non venir attirati dai profumi e dal fumo delle grigliate. Non mancano poi i ricchi panini e le pizze insieme a una vasta gamma di tipici dolci marocchini.

L’ospitalità Marocchina

Il Marocco è noto per essere uno dei paesi più tolleranti tra le nazioni arabe. Il paese è sicuro, pacifico e stabile. La gente marocchina, sia araba che berbera, è nota per la calda ospitalità e la sua natura amichevole. I turisti possono ricevere sguardi curiosi in aree che vedono pochi visitatori, ma questo è spesso seguito da sorrisi e offerte di ospitalità. Bisogna proprio impegnarsi per non fare conoscenza con le persone locali, e soprattutto da parte di bambini, non mancheranno i tentativi di iniziare una conversazione. Come ex colonia francese, il francese è ampiamente parlato nelle città, quindi ben venga imparare qualche parola per iniziare qualche discussione, mentre nei villaggi di montagna bisognerebbe imparare il berbero.

About smontic

2 comments

  1. Insomma, bisogna andarci assolutamente!
    Bellissime foto, oltre che un interessante report di viaggio!

    • Grazie Giulia, si assolutamente bisogna andarci. È un paese che ci è rimasto nel cuore, ogni volta ci ha regalato emozioni diverse. È un paese talmente vario e vasto che basta perdersi per scoprire un’infinità di luoghi e persone differenti 👍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *