Home / Blog / Bonito, Mato Grosso do Sul

Bonito, Mato Grosso do Sul

This post is also available in: English (Inglese)

Bonito è una città del Mato Grosso Do Sul molto famosa per la sua propensione al turismo ecologico. Lungo la strada che da Iguazù ci ha condotto fino a questo luogo ci è capitato spesso di scambiare quattro chiacchiere con qualcuno ed ogni volta ci è stato chiesto se Bonito sarebbe stata la nostra prossima destinazione. Famosa in tutto il paese questa località è di fatto un attrazione molto importante per il mercato del turismo Brasiliano ed effettivamente quando si arriva in questo posto si percepisce immediatamente la sua propensione all’accoglienza dei visitatori.

Urbanisticamente parlando Bonito è una piccola città che si affaccia quasi interamente sull’unica strada principale dove si possono trovare negozi, gelaterie, ristoranti e le importanti agenzie turistiche. Parallele alla via principale corrono invece altre due strade dove invece sono ubicati tutti i servizi locali, come mini-market, ferramenta, ricambisti e panetterie.

Come dicevamo Bonito è un vero e proprio modello per il turismo Brasiliano, e in particolar modo rappresenta il fiore all’occhiello del settore eco-turistico. A tutti gli effetti Bonito è un vero e proprio parco giochi che sfrutta le risorse acquatiche del suo circondario. La sensazione che si prova entrando a Bonito è quella di lasciare momentaneamente il Brasile per entrare invece in un luogo dove la giornata scorre ad un ritmo differente. Tutto qui sembra muoversi in funzione del turismo e lo stesso è quello che scandisce i tempi della vita quotidiana di tutti gli abitanti.

Ciò che si percepisce a Bonito è forse accentuato dal fatto che nel resto del Mato Grosso do Sul a tutti gli effetti non vi sono molte attrazioni turistiche. Viceversa tutta l’area circostante a Bonito presenta spettacolari risorse naturali e i locali le hanno sapute sfruttare a dovere. Ci sono grotte, caverne con laghi e formazioni di stalattiti, cascate e fiumi incredibilmente chiari circondati da una foresta lussureggiante dove è possibile nuotare insieme a centinaia di pesci.
L’organizzazione è impeccabile, tutto è dato in mano alle agenzie turistiche private che vendono ai visitatori i pacchetti di attrazioni e queste sono obbligate a praticare tutte lo stesso prezzo. Ogni anno i proprietari infatti decidono i prezzi delle proprie attività e le agenzie adeguano i tariffari di conseguenza.

Le attrazioni in questione sono più di 40, e praticamente nessuna è raggiungibile a piedi da Bonito. Le agenzie si occupano di organizzare tutta l’infrastruttura di supporto a contorno, spostamenti, pasti, pernottamenti. Una vera e propria industria che coinvolge l’intera comunità.

La nostra condizione di viaggiatori a basso budget non sia addice benissimo alle caratteristiche peculiari di un luogo come questo, infatti il primo problema che dobbiamo affrontare è la sistemazione per il nostro Valentino. Non esistono aree parcheggio gratuite e i camping presenti in paese sono davvero troppo costosi. Tutti ci dicono che l’intero paese è tranquillissimo, e ci crediamo, tuttavia staremo a Bonito per diversi giorni e parcheggiare lungo la strada non ci sembra la scelta migliore. Chiediamo informazioni ad una delle tante agenzie turistiche del paese, ma queste sono più abituate a lavorare con turisti che acquistano pacchetti di attrazioni, piuttosto con chi come noi cerca un luogo dove parcheggiare a gratis.

Finiremo col passare la prima notta on the road, per poi trovare una sistemazione nel parcheggio recintato di una stazione di servizio (Posto Aroeira). Questo luogo che è situato in pieno centro è per noi una sistemazione ideale, perché essendo completamente autonomi ciò che ci è sufficiente è un minimo di privacy. Avremo anche la possibilità di scaricare la motocicletta e lasciarla tranquillamente parcheggiata per diversi giorni affianco al nostro camion, cosa che lungo la strada ci sarebbe sembrata meno praticabile.

 

Ma torniamo a parlare di Bonito, che è conosciuto come meta eco-turistica dai primi anni ’90 e che ha contribuito alla nascita del parco nazionale Serra da Bodoquena. Nonostante molte delle attrazioni si trovino all’interno del parco stesso in realtà per via della privatizzazione del territorio gran parte dello stesso è inaccessibile ai turisti. I visitatori sono pilotati e guidati dai proprietari delle Fazende – che sono anche gli stessi proprietari delle attrazioni – in aree ben specifiche e tutto sommato ristrette. Non immaginatevi quindi di poter perdervi all’interno del parco e passare dei giorni in compagnia della sola natura, a Bonito non funziona così.

Per quanto ci riguarda avremo l’incredibile fortuna di provare alcune delle attrazioni insieme ad Ivo e Silvia, che ci sono venuti a trovare dall’Italia!
Ci siamo divertiti tantissimo a fare snorkeling con i pesci per oltre due ore trascinati dalla corrente del Rio Da Prata. Abbiamo fatto una strepitosa nuotata nella magica Lagoa Misteriosa, un piccolo lago di cui non si conosce la profondità massima ma che di certo supera i 200 metri. Abbiamo passeggiato nella Grotta del Lago Azul, dove oltre alle stalattiti che inseguono la luce abbiamo ammirato un lago con acqua azzurrissima. Per ultimo abbiamo fatto una passeggiata nel bosco, seguita da un lungo snorkeling nel Rio Sucuri, dove abbiamo nuotato tra le sorgenti cristalline del fiume.

Come dicevamo le attrazioni sono tante, oltre a quelle visitate da noi si possono praticare attività interessanti come la discesa e la risalita di una profonda gola utilizzando corde (Abismo Anhumas) oppure la visita alle cascate della Serra  da Bodoquena che si trovano a circa 70 km da Bonito. Esiste il parco delle cascate, oppure per rilassarsi durante la giornata esistono diversi Balneari dove si può fare il bagno immersi nella natura mentre si gusta una bibita fresca.

Per farvi capire i costi ecco alcuni esempi:

  1. La grota Do Lago Azul costa 50 Realis.
  2. Lo snorkeling nel Rio Sucuri costa 160 Realis.
  3. Lo Snorkeling nel Rio Da Prata costa 170 Realis
  4. L’avventura nell’Abismo Anuhumas costa 900 Realis
  5. Una giornata al Balneario costano mediamente 50 Realis

P.s. In questo momento 3.7 Realis equivalgono ad 1 Euro.

 

 

 

About smontic

Check Also

Vanlife VLOG – Episodio 2 – Vita on the road a Pucon, Chile

This post is also available in: English (Inglese)Simone e Lucia stanno viaggiano il mondo a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *